Rivista dell'Università in Movimento
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
La rivista

 

Il mondo della ricerca e dell’università, pur costituito da molte personalità di valore, è ormai marginale nella vita pubblica. É tramontata la figura dell’intellettuale complessivo, capace di affrontare questioni generali a partire dalle proprie competenze particolari. La specializzazione dei saperi ha inoltre comportato, come falso corollario, la perdita di un terreno comune di discussione e di confronto fra studiosi. Ciò è tanto vero che, nel momento in cui si postula una riorganizzazione dell’università, solo pochissime figure (spesso scelte secondo criteri estrinseci al sistema formativo e culturale) trovano spazio d’espressione: l’esercizio del discorso critico è ormai estraneo persino al dibattito fra umanisti, scienziati e studiosi. Per queste ragioni è stata fondata menodizero, una rivista-luogo di incontro e di scontro, di dialogo e di conflitto fra ricercatori, professori e lavoratori della conoscenza sui presupposti stessi del nostro lavoro.

Il titolo della rivista richiama la condizione di marginalità di un’intera generazione di studiosi. E tuttavia da questa tabulazione dei valori culturali, ricercatori e studiosi, forti delle loro competenze, sanno di poter ripartire: in difesa della dignità del mestiere intellettuale, per affermare l’importanza sociale dello studio e della ricerca si deve ricominciare, sia pure da “menodizero". menodizero nel suo sottotitolo si definisce anche Rivista dell’Università in Movimento perché, pur non aderendo a nessun partito, sindacato o movimento di protesta, partecipa alla storia in costruzione dei movimenti universitari, ne approfondisce le istanze, ne discute e ne rilancia le iniziative. menodizero è una rivista “in movimento” perché si batte per un cambiamento democratico e attivo delle nostre università.

menodizero è quindi una rivista di analisi teorica e di proposta politica. Si articola in quattro aree tematiche: sapere/potere, insegnare/ricercare, passato/presente, Italia/Europa, dedicate ai cambiamenti in atto nel mondo dell’università e della conoscenza. Le quattro aree sono ulteriormente suddivise in tre sezioni: una di analisi, una di proposta e una di approfondimento bibliografico. menodizero si compone, poi, di due finestre: InQuestione e Controgiornale. InQuestione  discute di proposte politiche partecipate su università, scuola e ricerca. Nel Controgiornale filtra criticamente notizie annunciate dalla stampa e dai media. 

  

 

 

 


Ultimo aggiornamento 12.06.12