Rivista dell'Università in Movimento
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Note redazionali

Indicazioni generali

Gli Articoli

L’invio degli articoli deve avvenire in formato Word non compresso carattere Cambria 12 per posta elettronica. Eventuali immagini a corredo degli articoli devono essere inviate in formato JPG.
Ogni cartella deve contenere duemila battute, cioè trenta righe di sessantacinque battute circa. Le Analisi devono essere di massimo cinque cartelle, le Proposte di tre. Le recensioni della sezione Biblioteca e i commenti per il Controgiornale devono essere di due o tre cartelle.
Il corsivo si usa per indicare termini stranieri, le virgolette alte (“ ”) per indicare  termini da porre in rilievo o usati in modo inusuale, o prudenziale. Le virgolette basse (« ») per le citazioni. Gli apici ( ̒ ̕) si usano  per spiegazioni di significati.
Secoli e decenni vanno indicati in lettere e con la iniziale maiuscola (es. l’Ottocento, gli anni Sessanta).
Le Citazioni, se lunghe (oltre le due-tre righe), vanno preferibilmente fuori testo, senza virgolette, in corpo minore. Se interne al testo, si devono usare le virgolette basse (« ») e, per eventuali citazioni presenti all’interno della citazione, le virgolette alte. La lettera iniziale di citazione deve essere maiuscola o minuscola a seconda delle esigenze del luogo in cui la citazione è inserita. Le omissioni vanno sempre segnalate quando si trovano nel corpo della citazione con tre puntini tra parentesi quadra: [...].

Le note

Le note devono essere il minor numero possibile. Esse vanno collocate, prive di esponenti, a fine testo e in forma discorsiva. Come nel seguente esempio tratto da Daniele Giglioli, All’ordine del giorno è il terrore, Bompiani, Milano 2007: 
Per il tema della solitudine di massa nella sociologia del secondo Novecento si fa riferimento a: David Riesman, La folla solitaria, Il Mulino, Bologna 1999; Richard Sennet, Il declino dell’uomo pubblico, Bruno Mondadori, Milano 2006; Christopher Lasch, La cultura del narcisismo, Bompiani, Milano 2001. Le scene di linciaggio, oltre che da Germinal di Zola, sono tratte da Charles Dickens, Una storia tra due città, Frassinelli, Milano 2000. La vigorosa perorazione sulle barricate è in Victor Hugo, I miserabili, Garzanti, Milano 2006; l’imbarazzante deliquio di Nanni Balestrini in La violenza illustrata, Einaudi, Torino 1976.

Indicazioni bibliografiche

Per i libri: Nome (per intero o con la sola iniziale puntata) e Cognome dell’autore in tondo con l’iniziale maiuscola, Titolo in corsivo, Editore, Città e data (non separate da virgola), volume (vol.), pagina (abbreviato p., o pp. se più d’una). Es. Tzvetan Todorov, Lo spirito dell’illuminismo, Garzanti, Milano 2007, pp. 29-30.
Per i saggi su rivista: Nome e Cognome dell’autore in tondo con l’iniziale maiuscola, Titolo del saggio in corsivo, in «Titolo della rivista (in tondo tra virgolette basse)», annata, numero, anno, p. Es. Luigi Baldacci, Palazzeschi vivo, in «Paragone», XXV, 296, 1974, p. 37.
Per la citazione di un saggio in raccolta miscellanea: Hans Robert Jauss, La teoria della ricezione. Identificazione retrospettiva dei suoi antecedenti storici, in Aa. Vv., Teoria della ricezione, a cura di Robert C. Holub, Einaudi, Torino 1989,  p. 5.
Se le pagine citate sono più d’una ma distribuite qua e là, allora: pp. 7, 11, 23-27, 115
Quando si ricita la stessa opera già citata alla nota immediatamente precedente, indicare Ivi; solo per indicare il medesimo luogo dell’ultima citazione, indicare Ibidem. Quando invece si cita una nuova opera dello stesso autore citato nella nota precedente, è possibile utilizzare la sigla Id.

Box dei profili


Gli autori saranno presentati in un breve box. I box dovranno contenere almeno data, luogo di nascita e occupazione degli autori. Altre informazioni relative ai curricula vitae saranno complessivamente contenute in 500 battute spazi inclusi.

Ultimo aggiornamento 23.05.11