Rivista dell'Università in Movimento
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Massimiliano Tabusi
utenti - Pagine personali
massimiliano-tabusi  Massimiliano Tabusi è Ricercatore di geografia (MGG-R/01) presso il Dipartimento di Scienze Umane della Facoltà di Lingua e Cultura Italiana, Università per Stranieri di Siena. Dottore di ricerca in geografia economica presso l'Università La Sapienza di Roma. Insegna Geografia e Geografia e organizzazione del territorio all'Università per Stranieri di Siena; è stato segretario generale della Società Geografica Italiana, sodalizio che attualmente rappresenta in seno all'EUGEO, associazione delle Società Geografiche Europee. Si occupa prevalentemente di geografia del lavoro, geografia della società dell'informazione e di questioni mediorientali. È tra coloro che hanno contribuito a fondare la Rete29Aprile - Ricercatori per una Università Pubblica, Libera e Aperta- di cui è uno dei referenti nazionali.


 

<table class="style=WIDTH: 661px" border="0">
    <tbody>
        <tr>
            <td valign="top"><img alt="ugo-mattei" src="images/stories/utenti/ugo-mattei.jpg" height="237" width="172" />td>
            <td style="text-align: justify;" valign="top">
                <p style="text-align: justify;"><span style="font-family: arial,helvetica,sans-serif; font-size: 10pt;">Ugo Mattei ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Torino e il Master all’Università di Berkeley. È professore all’Università degli Studi di Torino e Alfred & Hanna Fromm Distinguished Professor of International and Comparative Law at University of California, Hastings College of Law. È membro dell’accademia internazionale di diritto comparato, Editor del Chief of Global Jurist online magazine; è membro del Board of the American Journal of Comparative Law, e dell’International Revue of Law and Economics, e della Rivista Critica del Diritto Privato. La ricerca del professor Mattei è di natura interdisciplinare. Ha pubblicato 18 libri e più di cento altre pubblicazioni in inglese, francese, spagnolo, portoghese, russo, cinese, giapponese, e ucraino. span>p>
            td>
        tr>
    tbody>
table>